top of page

Diana: la vera storia dalle sue parole

Valutazione: ⭐⭐⭐⭐


Genere: Biografia


Tempo di lettura: 2h


"Lei stessa non sapeva esprimerlo fino in fondo, ma aveva una visione umanitaria di sé che trascendeva il.banale circuito di doveri rituali della corona."

Una fine straziante, un racconto emozionante, coinvolgente e che ci piacerebbe credere fasullo. Questa è la vera biografia della principessa più amata della storia: Lady D.


"Diana aveva il bisogno disperato di rivelare al mondo la verità sulla sua vita, il suo disagio e le sue aspirazioni."

La principessa del Galles voleva essere ritratta in una biografia che parlasse di lei semplicemente come Diana, più che come principessa.


1991, Andrew Morton trascrive le vere parole della principessa, che già dall' infanzia dimostra di aver passato momenti difficili. Per quanto ne parlasse col sorriso, aveva avuto forti traumi già da piccola, quando i genitori litigavano e il padre tirava schiaffi alla madre. Amava la scuola, e a giudicare da dove andasse (Riddlesworth Hall) non mi sembra difficile crederlo! Fossi andata in una scuola con le parvenze di un castello immerso nel verde ne avrei amato anche io ogni istante! Alla principessa, comunque, piaceva molto studiare. Il giornalista ci mostra una Diana amante della storia, dello studio, un po' ingenua e credulona. Innamorata dell'amore, ma un amore che non ha mai potuto provare, un amore che ha letto nei libri, che ha sentito da altri, un amore che pensava di provare per Carlo e che pensava lui provasse per lei.


Una donna che fin dall'inizio del fidanzamento con Carlo ha sofferto tutto ciò che era la sua vita; leggendo questo libro, però, non credo sia tutto imputabile a Carlo. Diana non aveva avuto una vita facile da quando aveva poco più di 7 anni, Carlo è stata solo la sua ennesima scelta sbagliata a mio parere. Il fatto che lui abbia colto la palla al balzo e abbia riconosciuto in lei l'agnello sacrificale, la donna fragile da poter manipolare e con la quale instaurare un matrimonio d'interesse mentre dietro le quinte intratteneva una relazione extraconiugale con Camilla, è solo la ciliegina sulla torta. Tutti i problemi di Diana, sono stati causati da Diana. Vi spiego in due parole perché: prima che Carlo le proponesse il matrimonio, lei già nutriva sospetti su Camilla. E questi non si sono mai placati da quel giorno, sono solo peggiorati. Pensate vivere in una situazione di tale stress, sommandolo allo stress della Corona e i giornalisti che non le davano tregua.


Ho sempre amato la principessa Diana, ho sempre saputo parte della sua storia, mai avrei pensato che dietro questa donna ci fosse tutto questo dolore. È facile puntare il dito contro Carlo, renderlo il carnefice, se analizziamo però la situazione in profondità possiamo capire come in realtà i problemi della donna fossero eradicati, pregressi e senza apparente via d'uscita dopo la decisione di lanciarsi nel matrimonio con Carlo.


Non dico che evitando il matrimonio reale sarebbe stato tutto rose e fiori per lei, ma a volte siamo noi stessi a scegliere i nostri carnefici.


Buona lettura!

Comentarios

Obtuvo 0 de 5 estrellas.
Aún no hay calificaciones

Agrega una calificación
bottom of page