top of page

I vini delle Langhe

Volete del buon vino? Andate nelle langhe! Si, ma cosa sono le langhe?
Le Langhe sono una regione geografica e vitivinicola situata nella regione Piemonte, nel nord-ovest dell'Italia. La regione delle Langhe è caratterizzata da dolci colline, boschi, vigneti e piccoli villaggi storici.

Le Langhe sono famose per la produzione di vini pregiati come il Barolo e il Barbaresco, ma anche per la cucina piemontese, che include specialità come la carne cruda all'albese, il tartufo bianco d'Alba e il formaggio Bra. Inoltre, la regione offre anche molte attività all'aria aperta, come il trekking, il ciclismo e la visita delle città e dei villaggi medievali.

Quindi, siamo nelle langhe, che vino possiamo assaggiare?

Le Langhe sono una delle principali regioni vinicole d'Italia e producono alcuni dei vini più pregiati al mondo. Qui di seguito sono riportati i principali vini delle Langhe:


Barolo:
è considerato il "re dei vini" delle Langhe ed è fatto al 100% da uve Nebbiolo. Ha un sapore intenso, tannico e complesso, con note di ciliegia, rose e terra. È caratterizzato dalle seguenti caratteristiche:
Uve: il Barolo è fatto esclusivamente con uve Nebbiolo, una varietà di uva a bacca nera che cresce nelle colline delle Langhe.
Colore: il Barolo ha un colore rosso granato intenso.
Aromi: il Barolo ha un bouquet complesso e intenso, con aromi di frutta rossa e nera, come ciliegia, lampone e prugna, uniti a note floreali di rosa e viola, e a sentori di spezie e terra.
Gusto: il Barolo ha un gusto pieno e tannico, con una buona acidità e una lunga persistenza. I sapori principali sono la frutta rossa e nera, le spezie, la vaniglia e la terra.
Invecchiamento: il Barolo è un vino che richiede un invecchiamento lungo, solitamente di almeno 3-5 anni, ma spesso anche di più. Durante questo periodo, il vino si evolve e diventa più complesso e armonioso.
Abbinamenti: il Barolo si abbina perfettamente a piatti di carne rossa, selvaggina e formaggi stagionati. In particolare, è ottimo con brasati, arrosti e cacciagione.

Barbaresco:
è simile al Barolo, ma viene prodotto con uve Nebbiolo coltivate nella zona di Barbaresco. Ha un sapore più delicato e profumato, con note di frutta rossa e spezie. Ha le seguenti caratteristiche:
Uve: il Barbaresco è fatto esclusivamente con uve Nebbiolo provenienti dalla zona di Barbaresco, nelle Langhe.
Colore: il Barbaresco ha un colore rosso rubino intenso, che diventa più chiaro con l'invecchiamento.
Aromi: il Barbaresco ha un bouquet complesso e intenso, con aromi di frutta rossa e nera, come ciliegia, prugna e lampone, uniti a note floreali di rosa e viola, e a sentori di spezie e terra.
Gusto: il Barbaresco ha un gusto pieno e tannico, con una buona acidità e una lunga persistenza. I sapori principali sono la frutta rossa e nera, le spezie, il cuoio e la terra.
Invecchiamento: il Barbaresco è un vino che richiede un invecchiamento lungo, solitamente di almeno 2-3 anni, ma spesso anche di più. Durante questo periodo, il vino si evolve e diventa più complesso e armonioso.
Abbinamenti: il Barbaresco si abbina perfettamente a piatti di carne rossa, selvaggina e formaggi stagionati. In particolare, è ottimo con brasati, arrosti e cacciagione.


Nebbiolo d'Alba:
è un vino fatto con uve Nebbiolo provenienti dalla zona di Alba. Ha un sapore più morbido e fruttato rispetto al Barolo e al Barbaresco. Ha le seguenti caratteristiche:
Uve: il Nebbiolo d'Alba è fatto esclusivamente con uve Nebbiolo, una varietà di uva a bacca nera che cresce nelle colline delle Langhe.
Colore: il Nebbiolo d'Alba ha un colore rosso rubino intenso, con riflessi granati.
Aromi: il Nebbiolo d'Alba ha un bouquet complesso e intenso, con aromi di frutta rossa e nera, come ciliegia, prugna e lampone, uniti a note floreali di rosa e viola, e a sentori di spezie e terra.
Gusto: il Nebbiolo d'Alba ha un gusto pieno e tannico, con una buona acidità e una lunga persistenza. I sapori principali sono la frutta rossa e nera, le spezie, il cuoio e la terra.
Invecchiamento: il Nebbiolo d'Alba è un vino che può essere bevuto giovane, ma che si evolve e diventa più complesso e armonioso con l'invecchiamento.
Abbinamenti: il Nebbiolo d'Alba si abbina perfettamente a piatti di carne rossa, selvaggina e formaggi stagionati. In particolare, è ottimo con brasati, arrosti e cacciagione.

Dolcetto d'Alba:
è un vino rosso secco fatto con uve Dolcetto e ha un sapore fruttato e vivace.
Uve: il Dolcetto d'Alba è fatto esclusivamente con uve Dolcetto, una varietà di uva a bacca nera che cresce nelle colline delle Langhe.
Colore: il Dolcetto d'Alba ha un colore rosso violaceo intenso, con riflessi violacei.
Aromi: il Dolcetto d'Alba ha un bouquet fruttato e intenso, con sentori di frutta rossa, come ciliegia e prugna, e note di frutta nera, come mora e mirtillo, accompagnati da note speziate e floreali.
Gusto: il Dolcetto d'Alba ha un gusto secco, morbido e leggermente tannico, con una buona acidità e una freschezza che lo rende molto piacevole da bere. I sapori principali sono la frutta rossa e nera, le spezie e il cioccolato.
Invecchiamento: il Dolcetto d'Alba è un vino che si beve giovane, di solito entro i 2-3 anni dalla vendemmia, anche se alcune etichette possono invecchiare fino a 5-6 anni.
Abbinamenti: il Dolcetto d'Alba si abbina perfettamente a piatti di pasta con sughi di carne, a carni bianche, a piatti a base di funghi e a formaggi di media stagionatura.

Moscato d'Asti:
è un vino dolce e frizzante fatto con uve Moscato. Ha un sapore fruttato e floreale con note di pesca e albicocca.
Uve: il Moscato d'Asti è fatto con uve Moscato Bianco coltivate nella zona delle Langhe e del Monferrato.
Colore: il Moscato d'Asti ha un colore giallo paglierino tenue, con riflessi dorati.
Aromi: il Moscato d'Asti ha un bouquet intenso e fruttato, con aromi di frutta fresca, come pesca, albicocca, ananas e agrumi, accompagnati da note di fiori bianchi e miele.
Gusto: il Moscato d'Asti ha un gusto dolce e frizzante, con una bassa gradazione alcolica (solitamente intorno ai 5,5%). I sapori principali sono la frutta fresca, il miele e le note floreali.
Invecchiamento: il Moscato d'Asti è un vino che va bevuto giovane, entro l'anno successivo alla vendemmia, per godere appieno della freschezza e dei profumi tipici di questo vino.
Abbinamenti: il Moscato d'Asti è un vino da dessert, che si abbina perfettamente con dolci a base di frutta, come crostate, torte e gelati. Inoltre, si sposa bene con formaggi freschi e salumi leggeri.

Barbera d'Alba:
è un vino rosso secco fatto con uve Barbera. Ha un sapore fresco e fruttato con note di ciliegia e prugna.
Uve: la Barbera d'Alba è fatta con uve Barbera coltivate nella zona delle Langhe.
Colore: la Barbera d'Alba ha un colore rosso rubino intenso, con riflessi violacei.
Aromi: la Barbera d'Alba ha un bouquet fruttato e speziato, con sentori di frutta rossa, come ciliegia, prugna e fragola, accompagnati da note di pepe nero, vaniglia e tabacco.
Gusto: la Barbera d'Alba ha un gusto secco, corposo e morbido, con una buona acidità e una leggera tannicità. I sapori principali sono la frutta rossa, le spezie e la vaniglia.
Invecchiamento: la Barbera d'Alba può essere bevuta giovane, ma anche invecchiata per alcuni anni. Invecchiando, il vino si arricchisce di aromi e sapori più complessi, diventando più strutturato e armonioso.
Abbinamenti: la Barbera d'Alba si abbina perfettamente a piatti di carne, come brasati, arrosti e selvaggina, ma anche a piatti di pasta con sughi di carne e formaggi stagionati.

Questi sono i più famosi vini delle langhe, ne avete assaggiato qualcuno? Scrivetemelo qui nei commenti! Se vole

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page