top of page

La Confrerie du Moyen Age


La Confrerie su Moyen Age

Durata: 3 giorni

Periodo: 12-14 novembre

Temperature: soleggiato e freddo

Spesa totale: Soggiorno gratuito


La Confrerie du Moyen Age è un hotel a tre stelle sito a Villa Grand, in Valle d’Aosta. Abbiamo fatto un soggiorno di due notti e tre giorni, con un pacchetto regalo tutto incluso. L’esperienza è tra le più belle che si possano avere.

L’hotel presenta al suo esterno la storia che poi racconterà nei suoi interni, gestito da una famiglia appassionata di storia Medievale, antiquariato e collezionismo. Il valore dei reperti storici che troverete nelle stanze dell’hotel è inimmaginabile, non tanto per l’effettivo valore economico, quanto più per il valore affettivo, il lavoro e l’impegno che messo da queste persone per collezionare tutto.


Storia


Si tratta di una vecchia casa di montagna ereditata dalla famiglia che oggi la gestisce, il loro cuore era a pezzi nel vederla mezza rotta. La casetta in cui sorge la zona principale è stata ristrutturata completamente dalla famiglia Bessone.

L'origine è sicuramente medievale, si trova nel villaggio di Grand Villa, un esterno possente di muratura in pietra mostra all’apertura delle porte di legno, un interno caldo e accogliente. La muratura ovviamente deve essere spessa per trattenere il caldo d’inverno, le finestre sono piccole, in legno, con le inferiate.


Le camere


Ci sono solo cinque camere prenotabili, perché i proprietari vogliono dedicarsi a pieno ai loro ospiti, i letti, tutti matrimoniali, sono molto comodi. Le camere portano, ognuna, un nome, noi abbiamo alloggiato nella camera dell’orso, che potrebbe essere una tripla, in quanto c’è una parte della stanza con il letto matrimoniale e una parte con un piccolo lettino per bambini. La cosa bella di questa stanza è che il letto che oggi potrebbe essere usato da un bambino di massimo otto anni, era un tempo un letto medievale matrimoniale per due adulti.

La croce è un simbolo ricorrente qui, se ci fate caso troverete croci ovunque, su porte, incise su montanti in pietra, dipinte sul muro o eseguite in ferro battuto ed inserite sul comignolo, questo dona al luogo un’atmosfera ancora più magica.


L’intera struttura sembra davvero risalire al medioevo, ma è davvero così? Non proprio…Giada, la figlia dei proprietari si è dilettata, dopo anni di studi di architettura d’interni medievali, nella pittura delle pareti con le tecniche usate un tempo. Ha modificato un po’ queste ultime per adattarle ai muri moderni, (…vi dirà lei come…) ma l’effetto è davvero realistico.


La cena


La chicca di questo posto è la cena con abiti medievali. Si tratta di una cena gourmet preparata dalla proprietaria dell’hotel. La madre di Giada è una cuoca eccezionale che si diverte a preparare prelibatezze per i suoi ospiti, e non temete di finire come nel film L’Auberje Rouge (...chiedete ai proprietari di cosa si tratta, sapranno dirvi…). Il costo della cena va pagato a parte, si compone di antipasto, primo, secondo e dolce. Tutto nelle note tipiche dei sapori della Valle d’Aosta. Il menù è anche ricco di scelte tra vini locali e birre. L’acqua, invece, è servita gratuitamente, presa direttamente dalla fonte. (il rubinetto di Grand Villa 😊)


Relax


L’hotel è il connubio perfetto per rilassarsi immersi nella natura, e se avete voglia potrete anche andare a fare un giretto ad Aosta città, che dista solo 40 minuti in auto. Sicuramente dovete organizzarvi con una macchina personale, non ci si arriva coi mezzi qui, e mettete in conto, se vi recate qui d’inverno, di trovare la neve.

Il relax è garantito anche da una bellissima vasca idromassaggio nell’hotel. Qui, alla bellezza di 35 gradi, è adibita un’area relax da poter usufruire in due. Ricordatevi di portare il costume! 😊


Opinione


Penso che l’hotel meriti sei stelle su cinque, l’accoglienza da parte di Giada e dei suoi genitori è caldissima, dolcissima e ti fanno sentire davvero a casa. I loro aneddoti sul periodo medievale, sui film ambientati all’epoca, i loro racconti storici e nel complesso la loro grande cultura rende il soggiorno interessante e istruttivo.

Ah, se volete recarvi qui e non sapete dove andare, affidatevi a loro, a seconda dell’attività che preferite (visitare città, passeggiare in montagna, passeggiare in poca pendenza, assaggiare la cucina locale) sapranno darvi tantissime opzioni per allettare le vostre giornate.



bottom of page